Il castello di gradara

Castello o Rocca di Gradara?

Il Mastio, che è la parte più antica del castello di Gradara, è stato costruito attorno al 1150 dalla potente famiglia De Griffo che sottrasse la terra al papato, ma circa un seolo dopo i De Grifo persero Gradara a seguito della battaglia contro Malatesta da Verrucchio detto il Mastin Vecchio, chiamato in aiuto da Papa Bonifacio VIII.

I Malatesta fortificarono Gradara costruendo il Castello di Gradara e le due cinte murarie, tra il XIII e il XIV secolo. Il loro dominio su Gradara finì attorno alla metà del XV sec. cioè a seguito dello scontro delle truppe di Sigismondo Pandolfo Malatesta contro il Duca di Urbino Federico da Montefeltro.Il castello di Gradara che fino a quel momento aveva resistito a numerosi assedi devette arrendersi.

Il Papa decise di consegnare in vicariato agli Sforza, che erano già Signori della città di Pesaro Gradara e il suo Castello. Con gli Sforza il castello da strumento da guerra quale era si trasformò in residenza.

Giovanni Sforza sposò la bella, giovane, intrigante e pericolosa Lucrezia Borgia, una amantide religiosa o una pedina di un piano politico ben studiato, carnefice o vittima? Di lei conosciamo i nomi dei suoi mariti e degli amanti ma chi era nella realtà? E' per lei che Giovanni Sforza restaurerà il castello di Gradara trasformandolo in una affascinante e romantica dimora.

Dopo una breve parentesi di Cesare Borgia dal 1512 Gradara passerà ai Della Rovere, già signori di Urbino e del Ducato. Da quel momento il Castello di Gradara seguirà le sorti del Ducato di Urbino e della Massa Trabaria fino quando nel 1920, l’ingegnere Umberto Zanvettori, di Belluno,decise di acquistare la Rocca di Gradara di restaurarla e riarredarla.

Fu proprietà privata fino al 1983, i mobili e i suppellettili antichi trasudano ancora di storia vissuta.

Castello di Gradara

Gradara un castello da conquistare, Gradara un castello teatro di amori e lotte, Gradara + Sant’Angelo in Vado sono alcune delle nostre proposte

Scopri di più

Gradara, Urbino, San Leo

Ma anche Cagli, Cartoceto, Fano, Fossombrone, Mondavio, Pennabilli, Pergola ed i suoi bronzi, Pesaro, Piobbico, Sant'Angelo in Vado, Urbania, Sassocorvaro

Scopri di più

Itinerari full day

Gradara + Sant’Angelo in Vado terre di amori contrastati, decantati da Dante Alighieri e illustrati da Federico Zuccari, le terre di Federico da Montefeltro

Scopri di più

Itinerari didattici

Si parte dal gioco, strumento di socializzazione e di apprendimento piacevole delle conoscenze, il territorio diventa territorio educante

Scopri di più